“Lo perdono e lo voglio con me in paradiso”

“Lo perdono e lo voglio con me in paradiso”

CULTURA:

“Lo perdono e lo voglio con me in paradiso”. Ha 11 anni, 8 mesi e 20 giorni la piccola Marietta, nome con quale era conosciuta Maria Goretti dagli abitanti delle paludi pontine, quando muore sul letto dell’ospedale di Nettuno il 6 luglio 1902. Muore e perdona Alessandro Serenelli, il giovane (aveva 18 anni) che l’aveva trafitta con 14 colpi di punteruolo per essersi rifiutata di cedere ad un tentativo di stupro. Per lui Maria Goretti invoca addirittura il paradiso.

Ecco, potremmo terminare qui la riflessione sulla “Santa Bambina”, nata a Corinaldo (Ancona), canonizzata nel 1950 da Pio XII e assurta a simbolo di purezza e di rispetto del proprio corpo vissuti come doni di Dio. La vita di Maria Goretti, invece, offre numerosi spunti di riflessione. La sua fede è semplice, in fondo muore per aver seguito i valori nei quali era stata educata: la purezza, l’onestà, l’amore sincero. libro Maria GorettiAllo stesso tempo, dimostra di possedere una spiritualità ricca e complessa nonostante la giovane età, come è emerso dalla presentazione del libro “S. Maria Goretti. Gli anni della scuola di Santità” di fratel Dino De Carolis, avvenuta ieri, 25 novembre, a Paliano.

Rimasta orfana di padre a 9 anni, dovette occuparsi dei quattro fratelli. Sarà lei a confortare la madre Assunta, preoccupata di come portare avanti la famiglia, sbrigando al suo posto le faccende domestiche per consentirle di lavorare nei campi. “Dio vede e provvede”, aveva imparato dal papà Luigi e lo mise in pratica. Era assidua nella recita del S. Rosario ed è lei a chiedere di ricevere l’Eucarestia a 10 anni (all’epoca si riceveva dopo il dodicesimo anno di età) nonostante fosse analfabeta .

MariaGoretti_1902-238x300
Da Famiglia Cristiana: Santa Maria Goretti nel 1902

“La spiritualità di Maria Goretti – ha sottolineato fratel Dino – era basata sulla croce e aveva grande fiducia nella misericordia di Dio”, “ma era una bambina socievole, allegra – ha aggiunto Padre Giovanni Giorgi, Superiore del Convento dei Padri Passionisti di S. Maria Pugliano a Paliano – la sua santità si è rivelata, certamente, nella resistere alla violenza che le volevano usare ma anche nel fare in modo straordinario le cose ordinarie”.

Abbiamo nominato più volte Paliano. Cosa c’entra Paliano con Santa Maria Goretti? Marietta visse due anni e mezzo a Paliano, nel casale di Colle Gianturco, prima di trasferirsi a Ferriere di Conca a Nettuno, in una cascina. A differenza di Corinaldo (dove nacque) e Nettuno (dove morì), entrambi luoghi frequentati da migliaia di pellegrini, il casale di Paliano è completamente abbandonato da tempo. La presentazione del libro di fratel Dino De Carolis ha offerto l’occasione per mettere di nuovo il dito su una ferita antica ma sempre aperta. Da Padre Antonio Coppola, Rettore del Santuario Madonna delle Grazie e S. Maria Goretti di Nettuno dove riposa il corpo della piccola santa custodito dai Padri Passionisti, si è levata la richiesta di recuperare il casale di Colle Gianturco: “La vita di Marietta attraversa tre luoghi e Paliano manca all’appello. E’ necessario ogni sforzo – ha detto Padre Antonio Coppola – perché possa essere recuperato e godere della testimonianza di fede e di santità di questa grande bambina”. Significativa la presentazione del libro e il ricordo di Marietta nella Giornata mondiale contro la violenza di genere, circostanza che fa dire a Padre Antonio: “In una giornata come quella di oggi Maria Goretti ci ricorda l’importanza del rispetto della dignità della persona. Nessuno può servirsi del corpo di un altro, l’altro non é un oggetto ma una persona da accogliere”.

Annalisa Maggi

Immagine di copertina: il casale di Colle Gianturco

Un pensiero riguardo ““Lo perdono e lo voglio con me in paradiso”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...