Il Monte Frumentario e “l’anno senza estate”

Il Monte Frumentario e “l’anno senza estate”

STORIE:

Tra gli anni 1816-1817, l’Italia e una buona parte dell’Europa settentrionale furono colpite da una grave carestia, causata dall’eruzione del vulcano indonesiano Tambora, avvenuta nell’aprile del 1815. Le eccezionali anomalie climatiche (il 1816 è passato alla storia come “anno senza estate”), con l’immissione in atmosfera di notevoli quantità di ceneri, distrussero in quel periodo buona parte dei raccolti, con conseguente rialzo del prezzo dei cereali.

In Italia piogge torrenziali interessarono gran parte della penisola, con fiumi esondati e clima particolarmente freddo per il periodo, con il ghiaccio che addirittura era presente localmente ancora ad agosto. Inoltre la neve che fece la sua comparsa in inverno, era di colore rossastro, a causa delle polveri dell’eruzione. In quegli stessi anni a Paliano la situazione economica divenne gravissima e solo con il ripristino del “Monte frumentario” si poté, in qualche modo, far fronte a tale emergenza.

L’idea di riproporre questa antica istituzione – già in uso nel seicento – venne all’allora Canonico della Collegiata di Sant’Andrea, Don Filippo Sideri, che, di famiglia benestante, decise di donare alla comunità di Paliano, 29 capi di bestie vaccine, più 50 scudi in contanti, per un valore complessivo di 400 scudi.

Con tale somma , egli proponeva al Consiglio della comunità di erigere un «Monte» per venire in soccorso alle miserie della popolazione, subordinando la sua donazione ad alcune condizioni, e cioè che il grano e granoturco acquistato con i 400 scudi, doveva essere prestato nel periodo di maggio, ai palianesi bisognosi, dediti all’agricoltura, da restituirsi poi, buono e pulito, nelle future raccolte con l’interesse fisso di un quartuccio per quarta; l’amministrazione del «Monte» doveva essere sempre nelle mani dei Consiglieri della comunità ed il Vescovo non doveva avervi alcuna ingerenza; in caso di qualsiasi requisizione, per il passaggio di truppe o altro, la Comunità non doveva mai servirsi delle scorte del «Monte». Infine, a garanzia delle suddette condizioni, Don Sideri esigeva l’impegno solidale del Gonfaloniere, dei Consiglieri e dei loro successori.

Così, il 23 agosto 1817 il Consiglio della comunità di Paliano, alla presenza del Vicegovernatore, Vincenzo Bellini e presieduto dal Gonfaloniere Leonardo Bizzarri, approvava all’unanimità e con sentiti ringraziamenti alla sua generosità, la proposta del Canonico Don Filippo Sideri. Si stabili inoltre, per votazione, che i primi montisti, cioè i responsabili del «Monte frumentario» fossero i consiglieri Annibale Tucci e Paolo Darj. In seguito, i prestiti non furono dati nel solo mese di maggio (che era il periodo più critico dal punto di vista alimentare, per via delle scorte terminate ed il nuovo raccolto non ancora maturo), ma dati tutti i mesi, in particolare nel mese di novembre per la semina.

Il Monte frumentario svolse, negli anni della sua attività, oltre che una benefica opera caritativa, anche una funzione di “ammortizzatore sociale”, tra le istanze e le rivendicazioni della classe indigente dei contadini e gli interessi e la sicurezza dei possidenti terrieri. Ricorsero ai prestiti del «Monte» decine di persone all’anno, sia per poter mangiare che per poter seminare, ed esso continuò a svolgere la sua attività fin verso il 1870, quando confluì in quella del Monte dei Pegni.

Immagine di copertina: Jean François Millet, Le spigolatrici, 1857, Musée d’Orsay, Parigi.

Fonti documentarie: Monte frumentario, Archivio Storico comunale, sezione post-unitaria.

Un pensiero riguardo “Il Monte Frumentario e “l’anno senza estate”

  1. Sicuramente l’espressione : ” stimo co Sideri a passa’ guai”, sentita spesso ripetere da mia nonna, aveva a che fare con la situazione precaria che viene raccontata da questo articolo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...