Ognuno al proprio posto

Ognuno al proprio posto

STORIE:

Il cibo, il jogging, la passeggiata con il cane e le sigarette sì, la Messa no. Dopo quattro settimane senza la Messa domenicale comincio ad accusare il colpo. Abbiamo imparato bene, ormai, che il divieto di rompere le fila della clausura domestica si può violare solo per determinate necessità, per lavoro e per motivi di salute. Tra le attività ritenute necessarie non rientrano le celebrazioni liturgiche. In taluni casi, il semplice recarsi in chiesa per una preghiera viene ostacolato e considerato non prioritario.

Le celebrazioni eucaristiche sono state sospese per decreto e i vescovi hanno ordinato ai loro presbiteri di celebrare in forma strettamente privata (senza la partecipazione di fedeli). La questione dei funerali, poi, è motivo di grande tristezza. Siamo arrivati al punto che, ieri, al termine della Messa della Domenica delle Palme nella Cattedrale di Piazza San Pietro, a Frascati, sono intervenuti i Carabinieri e la Polizia Municipale per la presenza di alcuni di fedeli in chiesa. Il vescovo, Raffaello Martinelli, è dovuto ricorrere a stilare un pro memoria per spiegare l’accaduto. Ha chiarito che nelle settimane precedenti ha cercato in tutti i modi di evitare che i fedeli uscissero di casa per andare in Cattedrale o in parrocchia per prendere il ramoscello di ulivo benedetto; che ha organizzato vari appuntamenti di preghiera e di catechesi in rete; che ha sollecitato più volte i fedeli a non uscire di casa, ma a pregare seguendo, via internet, le varie iniziative pastorali; che la celebrazione eucaristica “incriminata” non era pubblica “ma predisposta per essere inoltrata via youtube” e che… tutta la celebrazione si è svolta senza problemi (qualcuno entrava, ma non trovando l’ulivo, poco dopo usciva…), fino quasi all’ultimo. “Qualche problema può essere successo verso la fine della celebrazione – ha aggiunto il vescovo di Frascati – con l’ingresso di alcune altre persone interessate non alla celebrazione, ma a prendere l’ulivo…E comunque in ogni caso, non appena ho notato questo, ho cercato di abbreviare il finale accorciando il rito di conclusione; a me è sembrato che le varie persone si siano sempre tenute a distanza regolamentare l’una d’altra; le tre navate della Cattedrale sono del resto molto ampie (oltre 800 mq)…”. Più acquisisco particolari su questa vicenda più mi sembra assurdo e stridente quanto è accaduto e quanto può accadere nelle prossime settimane. Le file, anche gomito a gomito davanti i supermercati o l’affollamento su alcuni mezzi di trasporto sono tollerati, i cristiani, invece, sono costretti a rimanere senza Eucarestia da settimane. Quel vuoto in Piazza S. Pietro, venerdì 25 marzo, che molti commentatori hanno interpretato in senso positivo io lo leggo come l’impossibilità dei cristiani di poter esprimere la propria fede soprattutto in occasione delle celebrazioni pasquali, le più importanti dell’anno liturgico. Comincio a pensare che i nostri vescovi forse dovrebbero armarsi di maggior coraggio impedendo che, con la scusa delle salvaguardie sanitarie, lo Stato intervenga a determinare la vita liturgica  delle nostre comunità, uscendo dal proprio campo di competenza e creando, così, un precedente assai pericoloso. Già le diverse disposizioni ci impediscono di onorare, come si conviene, i nostri cari defunti, non vi sembra una eccessiva ingerenza disquisire anche su come celebrare i riti religiosi?

Sono stanca. Non di stare in casa. Stanotte l’ho passata in gran parte in bianco a causa di uno dei miei soliti attacchi di cefalea. Ho bisogno di dormire e, forse, di staccare qualche giorno dal diario. La Settimana Santa da decenni per me rappresenta un momento particolarissimo, mi riporta a una Pasqua di tani anni fa, quando brancolavo nel buio in cerca di una luce. Sono di nuovo nel tunnel.

Annalisa Maggi

Un pensiero riguardo “Ognuno al proprio posto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...