Un incontro da urlo

Un incontro da urlo

STORIE:

27esimo giorno. Avevo deciso che mi sarei fermata per qualche giorno, ma quello che è successo oggi merita di essere raccontato.

Non ero mai stata protagonista, prima d’ora, di un appuntamento al buio. Lo desideravo da tanto tempo ma non si era mai presentata l’occasione. A dire il vero c’era stato un timido approccio ma niente di paragonabile alla realizzazione di un vero e proprio sogno. La quarantena qualcosa di buono lo sta pur realizzando.

Stamattina ho preso il coraggio a quattro mani e, passo dopo passo, non ho tralasciato niente per arrivare impeccabile al grande momento. Provate a immaginare l’emozione della preparazione: una palpitazione continua fino a quell’incontro che non dimenticherò più. E’ avvenuto poco fa. L’atmosfera era quella giusta. Luci basse, televisore spento, musica di sottofondo. La vedo uscire, dopo circa 15 minuti dal suo ingresso: bella, profumata, in rosso, con il giusto tocco di bianco. L’attesa era terminata. Era lì, bellissima, davanti a me. Aspettava solo che mi facessi avanti. “Piacere, Margherita”. Non me l’aspettavo alta, ma l’aspetto era davvero accattivante. Ho vinto la timidezza, ho impugnato il coltello e la forchetta e… giù il primo morso. La mia prima pizza fatta in casa era da urlo. Passi per il tiramisù, pure per il ciambellone allo yogurt e, recentemente, pure per gli agnolotti ripieni, ma la… pizza non osavo proprio, la profanazione non me la sarei perdonata.

La vera notizia buona di oggi, boutade a parte sulla pizza, sono i dati sul contagio:  il numero di nuovi casi è di 880, i malati ricoverati sono 3.039. Si tratta dell’incremento più basso dal 10 marzo scorso. I morti, purtroppo, sono ancora molti, 604, ma aumentano i guariti (1555) e la flessione nei valori sui contagi e sulle persone in ospedale finalmente oggi è stata netta. In totale, finora, i casi di positività al Covid-19 in Italia sono 135.586 di cui 24.392 feriti e, purtroppo, 17.127 morti.

Annalisa Maggi

In copertina “l’urlo” di Munch (da google)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...